Pensieri a mezz’aria intorno

ceneri-002
Mia figlia ha perso i sandali
sulla strada di Corinto
e io mi sono bruciata i piedi
per inseguirla
sull’erba acerba di febbraio
che piove tutti i giorni
in febbraio _ e non se ne può più
di questo freddo
di questi pensieri a mezz’aria
che poi succede quello che non ti aspetti
come quel giorno sulla piazzetta
che t’ho incontrato
e avevo i sabot bucati all’alluce
i jeans azzurri sfiniti di viaggi
e avrei voluto portarti via
con le mie ansie
e le mele rosse nel bagagliaio
che rotolavano a ogni tornante
e tu non l’hai mai scoperto
perché lasci scarpe nuove nelle scatole
e non ricordi neanche d’averle
ma scrivi parole di confine
dove ti cerco quando c’è troppa luna
e io ozio nelle intenzioni.
.
Quello che non va è che manca qualcosa
per far pace con i dèmoni
_ e scavare la luce
_ e lasciare gli occhi intorno.
.

I demoni erano di pessimo umore

iannotti Giuliana
 
.
Stanotte, coi miei due cani e la gatta nera,
sono morta.
(I demoni erano di pessimo umore)
Seduta accanto alla tua assenza
gettavo macchie d’ombra
sui cavalli
cosicché ognuno avesse a sbrogliarsi
con due _ tre _ quattro
ombre in confusione.
I cavalli scartavano
tiravano indietro gli orecchi
mi guardavano storto
e io ridevo gridando
“chiamatemi quando comincia beautiful.”
 
Tu continui a far finta di niente e pensi
“non è mica morta”
allora mi metto lungodistesa dentro
a quest’aiuola
e benché sia davvero così morta
e così lento il tuo respiro, dico
strappandomi rovi
dal cuore
“sto bene, non mi sono fatta niente”.
 
(I demoni sogghignano con tutti i denti rossi)
.