Con lo hojos vendados

Renè Magritte amants2
Quando c’è troppa luce
me voy con los ojos vendados
mi cerco nel profondo di un rio
sottoterra, tacendo segreti
di poco conto
vecchi al di là del tempo.
.
((La vita è un volo di storni, un uccello che ci morde i passi
a volte un passero ucciso che scava la notte col becco.))
.
Y cuando te hecho de menos
mi fermo
mi scosto di un nulla da me
e cerco i tuoi voli nel canneto
nel punto perfetto dove s’incontrano
le ali dei poeti e l’anima delle donne.
.

Al centro dove tutto comincia

Ha incontrato il suo stupore
nella spirale de la plaza
le spalle dritte contro il caso.
Al centro, dove tutto comincia.
.
Ahi mi amor mi amor
guardala com’è sola.
Avvolgila nel tuo mantello
che le bocche feroci
non possano ghermirla.
Non permettere che sia altri
a coglierla nel buio
e aprirla come un frutto
dalla cintura al petto.
Non lasciare che umidi fiati
le schiudano le labbra
e la sua gioia si perda
nella sabbia in rivoli spenti _ ay
mi amor mi amor.
.
Portale banderillas di luce
che abbiano lunghi nastri
intrecciati di colori
e tamburelli e flauti
per la sua danza
e vino per la sua ebbrezza
versi per i suoi silenzi
e carezze per i suoi seni_ ay
mi amor mi amor.
.
Coprila con il tuo corpo
che nessuno possa vederla
nuda de su traje de luz
quando i suoi occhi
si dilatano d’azzurro
e i sogni diventano soli
e le braccia si aprono al cielo.
Che nessuno possa sentire
il suo grido_ ay mi amor mi amor.
.
Quando il silenzio occuperà
il suo posto, resterà sulla sabbia
soltanto un melograno spaccato.
Al centro, dove tutto comincia.
*